Tag Archives: windows

Convertire dei file musicali!

convertire dei file musicali

Gli amanti del download musicale si trovano in più occasioni davanti ad una porta formato domanda: come faccio a convertire dei file musicali? Questa domanda sorge spontanea nel caso in cui i formati non siano .wav e .mp3 perché sono diversi e, al momento del completamento del download, non leggibili dai vari programmi lettore. Uno di questi formati che mettono “in allarme” il downloader medio ma inesperto è il FLAC. Si tratta di brani codificati attraverso un codec audio libero di tipo lossless, il Free Lossless Audio Codec. Questo codec assicura una qualità audio maggiore rispetto ai normali mp3, ma non tutti i player sono capaci di leggerlo e non contiene file separati al momento del download. In parole povere, dovrete convertire i file musicali FLAC in un formato che sia mp3. Di fronte a questo piccolo problema non allarmatevi, perché esistono convertitori che vi permettono di convertire i file musicali da questo bel formato poco supportato ad uno da voi desiderato in pochissimi clic.

Convertire dei file musicali con Fre:ac

A dispetto di quanto possa sembrare, convertire dei file musicali è più semplice che scrivere il testo di una canzone, in modo particolare con il software Fre:ac che è un convertitore audio gratuito e open source, compatibile con Windows, Mac OS X e Linux. Basta andare sul sito freac.org , cliccare alla voce “downloads” e scaricare la versione self .exe , in modo da scaricare il pacchetto in maniera rapida e alla stessa maniera poterlo installare sul vostro computer, scegliendo il sistema operativo installato sul vostro computer. Una volta installato, Fre:ac sarà pronto per l’uso. Non vi resta che trascinare i file FLAC da trasformare in mp3 nella finestra dell’applicazione, premere play e selezionare la voce LAME mp3 encoder, potendo scegliere anche la cartella. Convertire dei file musicali si mostra così essere un gioco da ragazzi.

Disco rigido, guida all’installazione

disco rigido

Installare un disco rigido è un’operazione comune a smanettoni, appassionati e semplici utilizzatori dei computer, ed è un’operazione semplice e talvolta necessaria per allungare la via dei nostri computer se lo spazio di archiviazione si dovesse mostrare insufficiente.

Installando un disco rigido interno o usandone uno esterno al computer, è possibile aumentare lo spazio totale del disco, grazie anche alle dimensioni massime dei dischi rigidi in vendita che toccano il terabyte.

Nel caso di dischi rigidi esterni, sarà sufficiente utilizzarlo come disco secondario per l’archiviazione dati, solitamente di una mole importante, ed è usato in modo particolare per immagazzinare files da portare con noi, video, foto ed altro ancoa.

Per installare il disco rigido esterno sarà sufficiente collegarlo al computer, mediante cavo di alimentazione, ad una delle porte USB presenti.

Nel caso di disco rigido interno, invece, la connessione andrà fatta con la scheda madre del computer tramite interfaccia IDE o interfaccia SATA. Successivamente bisognerà impostarlo come primario o secondario, operazione necessaria agli occhi di Windows. Ma, soprattutto, sarà necessario avere familiarità con i componenti interni del computer ed i cavi di connessione.

Disco rigido pronto per l’uso

Una volta installato il disco rigido correttamente e quindi riconosciuto dal BIOS in sede di accensione del computer, se prevedete di utilizzare il disco rigido interno come partizione primaria per contenere Windows, dovrete installare il sistema operativo nel disco prima di utilizzare il computer.

Nel caso di utilizzo del disco rigido quale secondario, quindi non destinatario a contenere Windows, l’unità disco sarà visibile all’avvio successivo del computer e dopo l’accesso a Windows.

In caso di mancata visualizzazione del disco rigido, andate su Gestione del Computer, una volta essere passati da Pannello di Controllo, Sistema e Sicurezza e infine Strumenti di Amministrazione.

Alla voce Gestione Disco in Archiviazione, cercate la nuova unità.

Qualora la ricerca non andasse a buon fine, affidatevi ad un centro assistenza.

PC, come collegarlo alla televisione

pc
Vedere un film, una partita o qualsiasi file video in uno schermo piccolo, non mette in risalto l’immagine, il dettaglio, tutto ciò che può essere catturato in uno schermo molto più grande.

Se temete di essere costretti a vedere un qualsiasi video su PC, vi sbagliate di grosso. Infatti, in pochi passaggi e con pochi strumenti puoi collegare la televisione al tuo pc, passando così dalla definizione della ricerca alla ricerca della definizione.

Se avete soprattutto un notebook a casa, vedete quali sono le uscite del computer e quali sono gli ingressi della vostra televisione, in modo da poter partire spediti alla ricerca dei giusti connettori.

Ma quali sono quelli ideali? Ve ne sono di diversi tipi. Vediamoli insieme.

Esiste il S-Video, piccolo spinotto rotondo supportato da quasi tutti i pc e facilmente collegabili alla tv tramite adattatori scart. E’ necessario, però, un cavo aggiuntivo per l’audio, collegando l’uscita audio del pc all’ingresso audio della televisione.

Poi abbiamo l’amato HDMI, supportato da tutti i pc recenti (o di qualche anno indietro) e da tutte le tv HD. La cosa bella è che i flussi video sono in alta definizione e quelli audio viaggiano senza problemi.

Il terzo (ed ultimo, per motivi di spazio) è il VGA, d’uso comune per collegare televisione e computer. Tutti i pc lo supportano, così come le televisioni più recenti. Come nel caso del S-Video, è necessario un cavo aggiuntivo per il flusso audio.

Pc e TV, collegamenti per ogni sistema

Collegare pc e tv è semplice, ma da adattare sulla base delle caratteristiche tecniche dei due prodotti, facendo attenzione al sistema operativo di cui il pc è dotato),

Nel caso di Windows (esclusa la versione 10), andate alla voce “Risoluzione dello schermo” presente nel menu o cliccando col tasto destro sul desktop. Una volta aperta la finestra, cliccate su “Rileva” e attendete che il pc rilevi il televisore. Infine, cliccate su “Estendi il desktop” dal menu “Più schermi” ed il gioco è fatto.

Nel caso di Mac, andate spediti con l’HDMI, in quanto i più recenti MacBook supportano tutti la connessione diretta via cavo in alta definizione. Collegate pc e tv, andate su “Disposizione per cambiare l’ordine dei monitor” e godetevi i vostri video.

Windows 10 è il mobile d’autunno

Windows 10

Windows 10Sarà in autunno, forse a novembre, ma è cosa certa che Windows 10 si prepara a sbarcare anche sugli smartphone, attendendo l’annuncio di Microsoft sulla data definitiva della sua presenza sul mercato.

Come per Windows 10 versione computer, Windows 10 mobile è al momento disponibile solo per i membri del programma Windows Insider.

Una volta che i test saranno terminati, Windows 10 Mobile sarà a disposizione a titolo gratuito per i possessori degli smartphone di casa Microsoft, ma non per tutti, secondo alcune indiscrezioni.

Infatti, rischiano di restare estromessi i possessori di alcuni modelli di Nokia Lumia, dato che uno dei due requisiti richiesti è il possesso di ben 8 GB di memoria interna (il secondo è l’installazione di Lumia Denim).

Sarà matrimonio con Windows 10 Mobile per i modelli Lumia 430, 435, 532, 535, 540, 640, 640 XL, 735, 830 e 930. Riparte così la caccia di Windows alle concorrenti iOS e Android.

Windows 10 mobile, cosa cambia

Windows 10I cambiamenti visibili di primo impatto riguarderanno l’interfaccia grafica, che sarà rinnovata rispetto alla versione 8.1 .

Restano le live titles, ma la schermata sarò decisamente più ordinata e funzionale, con sfondo personalizzabile dall’utente e schermata principale più ordinata.

Internet Explorer va in pensione, per la gioia degli “haters” del browser, lasciando il posto ad Edge. Cortana, per i meno informati colei che svolge le funzionalità di Siri, sarà potenziato.

Sono stati apportati miglioramenti nelle schermate Menu ed Impostazioni, sono stati introdotti strumenti di gestione del database fotografico e di fotoritocco, ed è stata introdotta Universal apps, che permetterà di sincronizzare dispositivi diversi dell’ambiente Microsoft utilizzati dallo stesso utente.

Novità riguardano anche Windows Store, il negozio di Microsoft sempre al centro della critica degli utenti, che si presenterà al pubblico dopo un’importante lifting.

Con la speranza, per gli utenti affezionati a Microsoft, che al nuovo restyling grafico si aggiungano migliorie dal punto di vista dello stock di applicazioni presenti, per essere alla pari di Android e iOS.

IT4U Lenovo Partner
IT4U è partner ufficiale Lenovo
IT4U Tecnoware Partner
IT4U è partner ufficiale Tecnoware
Zyxel
IT4U è partner ufficiale Zyxel
IT4U è partner ufficiale Adobe
IT4U Microsoft Partner
IT4U è partner ufficiale Microsoft
Zero zero toner
IT4U è distributore ufficiale Zero zero toner
Aruba Business
IT4U è partner ufficiale Aruba Business

Per studenti e insegnanti

Da noi puoi utilizzare i benefici previsti dalle misure ministeriali e regionali.
Scopri le offerte per la Carta del Docente

Da IT4U puoi spendere il buono Carta del docente
IT4U negozio autorizzato dote scuola